Solidarietà a Marco Lenzoni. Per una Sanità sana

La Sanità a furia di tagli non è neppure capace di fare autocritica anzi  punisce chi cerca di dare un’immagine e proposte migliorative.

Marco Lenzoni, infermiere della ASL che opera in Lunigiana, è stato convocato alla Commissione Disciplinare accusato di aver denunciato la situazione catastrofica all’interno delle RSA.

Queste denunce avrebbe leso “l’immagine” della ASL, portando alla pubblica attenzione uno scenario su cui ci sono numerose indagini delle Procure per la strage di anziani provocata dalla disorganizzazione, l’incuria e la mancanza di personale.

Azione Civile non ci sta ed afferma che anzi quelle denunce hanno contribuito a salvare  vite a persone ed acquistano maggior valore perché mosse da una persona che non si è  mai sottratto al suo lavoro in prima linea ed anzi si è personalmente esposto nel procurare quello che altri, quelli che tengono all’immagine, non riuscivano a fornire.

Azione Civile  chiede un cambio di passo deciso e pretende che non si perda tempo a difendere illusorie immagini ma che si provveda da subito alla stesura di un piano nazionale di contenimento delle epidemie inserito in un riordino   del SSN  che rilanci l’azione di una sanità pubblica per il diritto irrinunciabile alla salute.

Azione Civile definisce Marco  un “eroe” come i colleghi del Don Gnocchi di Milano, sospesi per la denuncia delle medesime carenze su sicurezza e salute e questa loro azione non deve cadere nel vuoto, per questo la sosteniamo e non abbasseremo la guardia.

Azione Civile al fianco di Marco e di tutti i lavoratori che lottano per il diritto alla sicurezza ed alla salute chiede sia rivista la politica Nazionale e Locale sulle chiusure dei presidi, sulla riduzione dei posti  letto per una sanità diffusa e di prevenzione.

Azione Civile nell’esprimere solidarietà a Marco chiede che la politica si assuma le proprie responsabilità e che si parta dalle definizioni, chi si occupa di salute pubblica non può chiamarsi azienda e l’unica fedeltà che è richiesta al lavoratore è quella alla Costituzione.

Azione Civile